Travel menu


   

 

Ora nel mondo

Chi c'è in linea

Abbiamo 8 visitatori e nessun utente online

Gardaland

Gardaland è un parco divertimenti dell'Italia Nord Orientale situato in località Ronchi nel comune di Castelnuovo del Garda, nella provincia di Verona. È adiacente al Lago di Garda pur non affacciandosi su di esso. Si estende su una superficie di 600.000 metri quadrati ed al suo interno si trovano attrazioni meccaniche, tematiche e acquatiche. Ha anche una propria struttura ricettiva. Ogni anno è visitato da circa 3 milioni di persone.

Nel giugno del 2005 Gardaland è stato classificato al quinto posto dalla rivista Forbes nella classifica dei dieci parchi di divertimento del mondo con il miglior fatturato e secondo i dati del 2011 è l'ottavo parco europeo per numero di visitatori.

Da ottobre 2006 il parco è di proprietà dell'azienda britannica Merlin Entertainments.
Direttore del parco è Danilo Santi.

 

Storia e sviluppo

La fontana posta nel piazzale d'ingresso al parco

Fondato da un imprenditore locale, Livio Furini (che alcuni mesi prima aveva visitato Disneyland ad Anaheim, nella periferia di Los Angeles, aperto nel 1955), è stato inaugurato il 19 luglio 1975. Relativamente alla storia di Gardaland, si riscontrano variegate interpretazioni sulla presunta data di inizio del progetto del Parco. La conferma della corretta cronologia dei fatti, viene confermata dai documenti ufficiali attualmente custoditi negli archivi del catasto. Il progetto Gardaland nacque dalla mente di Livio Furini all'inizio degli anni '70 e si concretizzò con l'acquisto dei relativi terreni, mediante rogito avvenuto in data 19 ottobre 1971. La cordata di soci che diede vita alla società di gestione entrò in gioco solo in un secondo momento, mediante l'acquisizione dei terreni da Livio Furini in data 19 novembre 1974. Lo stesso Furini rimase nella neonata società che inaugurò Gardaland in data 19 luglio 1975. Per gli amanti della cabala, curioso è il ripetersi del numero 19 nella cronologia iniziale degli eventi. I lavori erano iniziati nel febbraio 1975 con un investimento di 200 milioni di lire. Alla sua apertura il parco copriva una superficie di 90.000 m² ed il prezzo del biglietto di ingresso era di 1.750 lire, meno di un euro attuale. A metà degli anni ottanta era già il parco divertimenti italiano più famoso. La sua fama venne consolidata quando divenne il set per le riprese delle sigle della famosa trasmissione per ragazzi Bim Bum Bam: nonostante ciò per molti anni rimase una struttura di modeste dimensioni. Tuttavia, il successo inaspettato che riscosse il concetto di "parco dei divertimenti" (prima negli Stati Uniti e poi in Europa), costrinse anche il parco gardesano ad ampliarsi negli anni, migliorando la qualità delle attrazioni offerte e le tematizzazioni. Inizialmente, questa scelta si era resa necessaria per poter ospitare un numero di visitatori sempre crescente. Dalla fine degli anni novanta però, ampliamenti e nuove attrazioni si sono rese necessarie per poter fronteggiare anche la concorrenza nazionale ed europea sempre più competitiva.

Ad ogni modo, i cospicui investimenti effettuati, migliorano notevolmente la struttura differenziando l'offerta in termini di attrazioni presenti. Gli ampliamenti più significativi sono stati:

  • 1985: apertura di una nuova area installando le attrazioni Magic Mountain (montagne russe) e Colorado Boat (percorso acquatico su tronchi) allora uniche in Italia.
  • 1987: apertura della Valle dei Re, attrazione unica in Europa che ha lanciato il parco.
  • 1988: vengono proposte 4 novità: Giostra Cavalli, Kaffeetassen, Peter Pan, ancora presenti ed Il corpo di Eva, rimossa nel 1994.
  • 1989: vengono proposte 4 novità: Monorotaia (ancora presente), Ikarus, Nuvola e Calci (ora rimosse, con Ikarus che nel 2012 è stato trasferito al parco pugliese Miragica).
  • 1990: vengono proposte 3 novità: L'Orto-Brucotour, ancora presente, una nuova attrazione in esclusiva per l'Europa: il Cinema dinamico, anch'esso ancora presente con il nome di The Spectacular 4D Adventure e Il Villaggio Degli Elfi, oggi trasformato in Funny Express e inserito nel'area Fantasy Kingdom . Nella guida informativa è segnalato come novità lo "special acrobatic", uno spettacolo di acrobati nella piazza antistante la Valle dei Re.

Magic Mountain

  • 1992: apertura dell'area Villaggio Inglese e costruzione della dark-ride I Corsari, principale attrazione del parco che all'epoca della costruzione fu la più costosa al mondo (60 miliardi di lire).
  • 1993: il parco prosegue la sua evoluzione verso una struttura maggiormente innovativa sullo stile dei grandi parchi americani. Nei negozi interni, viene messa in vendita la videocassetta del parco dal titolo Fantastico Gardaland al prezzo di 19.000 lire. Moonraker e Top Spin sono le principali novità dell'anno unitamente all'ampliamento dell'Ortobruco Tour e al Laser Show, uno spettacolo di luci, suoni e colori nella piazza antistante la Valle dei Re.
  • 1995 Gardaland compie 20 anni, per celebrarli vengono presentati spettacoli e sfilate a tema durante la stagione estiva. Nel mese di maggio viene fatto sfilare nel parco un figurante travestito da Faraone unitamente ad un corteo a tema egiziano al suo seguito. Truccatrici intrattengono gli ospiti dipingendo i volti dei bambini in stile egiziano. Nel mese di Giugno il tema della festa sono gli Stati Uniti: vengono poste nel parco carovane stile Far West e vengono proposti spettacoli di skateboard e musicisti rapper. A settembre con lo slogan "all'arrembaggio!!!" si festeggia in tema corsaro, con spettacoli nei pressi del galeone. Le novità dell'anno sono: il Castello di Mago Merlino, show di Animatronica (in realtà il castello doveva essere il pre-show di una futura dark ride mai costruita).
  • 1997: Inaugurato il palablù (allora il più grande delfinario d'italia) un anfiteatro dove vengono programmati diversi show con i delfini, la capienza della struttura è di 1.500 posti.
  • 1998: il parco aumenta la sua superficie con l'installazione del nuovo inverted coaster Blue Tornado, e con la free fall tower Space Vertigo.
  • 1999: apre con un anno di ritardo Jungle Rapids raft ride percorso acquatico su gommoni, e viene effettuato un restyling a Safari Africano, che prende il nome di Tunga - The Apeman.
  • 2000: gardaland compie 25 anni, novità è l'attrazione panoramica Flying Island.
  • 2001: apertura dell'area Fantasy Kingdom realizzata sulla superficie del vecchio parcheggio dipendenti e rimuovendo alcune vecchie attrazioni (area spaziale sorta negli anni settanta), restyling anche per il Cinema dinamico che diventa L'isola dei dinosauri primo cinema 4D del parco.
  • 2002: aprono con un anno di ritardo (causa inverno intenso e nevoso) Mad House (poi rinominata nel 2003 in Magic House) e l'Albero di Prezzemolo, sul fronte degli spettacoli il 2002 vede l'introduzione del Palaghiaccio e l'apertura del viale Palaghiaccio-L'isola dei dinosauri.
  • 2003: nuova estensione con l'inaugurazione dell'attrazione acquatica Fuga da Atlantide.
  • 2004 Gardaland è il primo parco divertimenti italiano a dotarsi di un proprio albergo a tema (Gardaland Hotel), istituendo di fatto in Italia il concetto turistico di Resort prima assente. Novità dell'anno è la modifica dell'L'isola dei dinosauri in The spectacular 4D adventure.
  • 2005 Gardaland festeggia i 30 anni e come novità viene proposta Sequoia Adventure, prototipo in esclusiva mondiale.
  • 2006 Il parco viene acquistato per il 90% del suo pacchetto azionario dalla Merlin Entertainments, azienda britannica specializzata in parchi di divertimento che rappresenta la maggior compagnia del settore a livello europeo, e la seconda a livello mondiale dopo la Disney. Merlin Entertainments all'epoca dell'acquisizione era una controllata della Blackstone Group, società finanziaria statunitense (attualmente a maggioranza della holding KIRKBI). Il restante 10% viene detenuto dalle famiglie fondatrici del parco. La novità dell'anno è il maestoso Gardaland Theatre, c'è anche l'inserimento (sperimentale) del sistema "fast pass" Gardaland Express che diverrà fisso dal 2008..
  • 2007, il parco ha aperto al pubblico il più grande cinema tridimensionale d'Europa (denominato Time Voyagers, dal nome del primo spettacolo proiettato), molto simile a quello costruito dalla IMAX del parco Oltremare a Riccione. Esso è stato allestito sotto il Gardaland Theatre.
  • 2008 il parco apre una nuova montagna russa fruibile da una larga fascia di visitatori: come tipologia l'attrazione rientra nella classe "Mine-train", ovvero roller coaster generalmente senza restrizioni di accesso il cui percorso molto contorto si snoda in gallerie e trincee artificiali. Mammut, nome dell'attrazione, è il terzo roller coaster della ditta Vekoma costruito nel parco. Nello stesso anno il parco chiude l'attrazione Canyons, presente nel parco sin dal 1975, mentre il 1º giugno 2008 Gardaland inaugura il centro Sea Life, struttura che, come suggerisce il nome (Vita del mare), presenta acquari e percorsi didattici in relazione alla flora e fauna marina. La nuova area, realizzata esternamente al parco, è tematizzata in stile marino.
  • 2009 il parco ristruttura l'area di ingresso e qui all'apertura offre lo spettacolo Welcome to Gardaland, con la mascotte Prezzemolo ed altri figuranti. Le Magic Mountain, roller coaster presente nel parco dal 1985, rinnova le vetture, fornite dalla produttrice olandese Vekoma. Inoltre nel giugno 2009 è stata inaugurata l'attrazione Ramses: il risveglio un restyling della vecchia Valle dei Re trasformata in "dark ride interattiva". La novità permette ai visitatori di salire su speciali vagoni, predisposti con un sistema di pistole laser da utilizzare per colpire numerosi bersagli luminosi dislocati lungo il percorso. L'ambientazione, sebbene riadattata, è rimasta a tema egizio con alcuni inserti "futuristici".
  • 2010 il parco apre la sua prima attrazione horror chiamata Inferis. L'attrazione consiste in un percorso dell'orrore a piedi con all'interno degli attori travestiti in tema (l'attrazione viene inserita nel vecchio Convention Center). Come seconda novità viene tolto il filmato Time Voyagers per essere sostituito da Spongebob 4D in cui si vive un'avventura multisensoriale con la famosa spugna gialla. In quest'anno non viene aperta Tunga (presente dal 1975 e smantellata durante l'inverno) per fare posto al cantiere della novità 2011 Raptor.
  • 2011 Apre l'attrazione Raptor: con questa roller coaster Gardaland sale al 2º posto in Europa per quantità di capovolgimenti "a testa in giù" nelle Montagne Russe con 15 inversioni (a pari merito con Parque Warner Madrid), dietro Thorpe Park con 22 inversioni; invece a livello mondiale si posiziona all'8º posto.
  • 2012 Gardaland presenta come novità 2012 un nuovo filmato per il cinema 4D Time Voyagers dal nome L'Era Glaciale L'Esperienza 4D. Sempre in quest'anno vengono reinserite due piccole attrazioni già proposte dal parco nel 2000: Baby Canoe e Baby Cavalli, mentre vengono chiuse le attrazioni Ikarus e Inferis, quest'ultima dopo 2 sole stagioni di operatività. Viene inoltre inserito in corso di stagione Water War, una zona a pagamento adibita a battaglie di gavettoni, all'interno dell'Area Luna Park.

Dalla sua costruzione, il parco si è esteso su una superficie 4 volte maggiore di quella iniziale. Delle attrazioni con cui il parco debuttò nel 1975, ne rimane attiva solo una: TransGardaland Express, le restanti sono state tutte sostituite o modificate.

Da menzionare come durante la fase progettuale di nuove attrazioni si è stati sensibili al problema "poca superficie a disposizione" ed al vincolo paesaggistico che vige nella zona del Lago di Garda a cui il parco deve sottostare: molte attrazioni imponenti vengono realizzate sottoterra ed altre strutture (ad esempio il Palablu, delfinario ricostruito nel 1996, ed il Gardaland Theatre aperto nel 2006) vengono costruite sullo stesso sito precedentemente occupato da strutture simili ma più modeste: quindi più volte il nuovo è stato costruito demolendo il vecchio.

Progetti futuri

Tra le pratiche edilizie del comune di Castelnuovo del Garda è presente un permesso rilasciato il 6 dicembre 2011 che autorizza il parco alla costruzione di un Twist'n'Splas, attrazione della ditta Mack Rides.

Il 16 maggio 2012 viene pubblicato sul minisito dedicato a Raptor il primo episodio del fumetto animato Raptor Genetix - Furious Attack, una storia originale creata dal fumettista italiano Fabrizio De Fabritiis che racconta le origini della misteriosa creatura alata, dando così inizio alla campagna virale sull'attrazione novità 2013.

Nick Varney, amministratore delegato della Merlin Entertainments, ha anche rivelato che nei prossimi anni sarà inserito con marchio Merlin, oltre il già presente Sea Life, un Legoland Discovery Centre, ovvero un family playground in parte coperto "brandizzato" LEGO (probabilmente simile a quello realizzato a Berlino).

 

Caratteristiche principali

L'orologio floreale all'ingresso del parco

Una delle principali caratteristiche del Parco è la presenza di grandi aree tematizzate, in particolare: Birmania, Atlantide, Hawaii, Egitto, Oriente, Far West, Medioevo, Spaziale, Fantastico/cartoon ed Europa del secolo scorso.

Inoltre, essendo il parco vicino ad una fonte d'acqua pressoché inesauribile come quella del Lago di Garda, si può sicuramente affermare che un ipotetico visitatore non potrebbe fare a meno di notare l'uso "a tutto campo" che è stato fatto da qualche anno a questa parte dell'acqua. Infatti la maggior parte delle attrazioni installate di recente utilizzano l'acqua come elemento fondamentale per il concepimento della chiave attrattiva stessa.

Le problematiche dello sviluppo

La struttura è stata interessata da uno sviluppo graduale e si è estesa senza un progetto urbanistico globale, il che talvolta ha generato problemi di disomogenea distribuzione e circolazione dei flussi di visitatori (lontananza di alcune aree dall'ingresso) oppure il contrasto estetico vistoso tra "nuovo" e "vecchio". Nella realtà di Gardaland ciò è forse più visibile che altrove: il percorso del trenino TransGardaland Express, ad esempio, che nel 1975 circumnavigava il parco, oggi, in seguito alle espansioni dell'area (1985, 1987, 1989, 1990, 1992, 1998, 2001, 2003), si ritrova ad essere un breve percorso circolare inglobato da altre aree tematiche aperte successivamente, perdendo il suo originale scopo di offrire una visione panoramica di tutto il parco.

L'attrazione del "trenino" si trova in ogni parco divertimenti di medie e grandi dimensioni e, quando la superficie del parco è molto vasta, la giostra perde lo scopo di tour panoramico assumendo invece quello di mezzo di trasporto interno (su modello dei parchi tematici Disney), il che comporta l'inserimento di più stazioni lungo il percorso. Gardaland, però, non ha ancora un vero e proprio mezzo di trasporto interno nonostante le dimensioni attuali lo consiglino. Il "trenino" quindi potrebbe assolvere a questa funzione ma ciò potrà essere ottenuto solo realizzando un nuovo tracciato adiacente al nuovo perimetro del parco.

Per lo stesso motivo, il parco non presenta ancora una vera e propria zona principale od una volumetria o struttura imponente di riferimento visivo; non esiste più un'attrazione simbolo di Gardaland (fino agli anni ottanta era la struttura della montagna russa Magic Mountain ed il castello del vecchio ingresso) ma più attrazioni che lo contraddistinguono (Albero di Prezzemolo, Fuga da Atlantide , Mammut, Jungle Rapids, Blue Tornado ), la zona più centrale si ritrova ad essere semplicemente un'area di collegamento (Rio Bravo), mentre le attrazioni principali sono tutte ubicate in zone laterali.

Il problema delle "espansioni successive" interessa anche tutte le altre realtà europee dalla storia simile a Gardaland (Alton Towers in Inghilterra, Europa Park in Germania), che si sono estese casualmente partendo da una piccola area inizialmente ben pianificata.

Evoluzione

Il parco veneto, nell'arco dei suoi 37 anni di vita, ha effettuato scelte che hanno notevolmente modificato nel tempo il suo aspetto originario ed anche la sua classificazione di struttura concepita per il divertimento: se fino alla metà degli anni novanta poteva considerarsi in egual misura un parco sia tematico sia meccanico, dagli anni duemila Gardaland risulta prevalentemente un parco tematico.

La rimozione nel tempo di molte attrazioni solo meccaniche e la scelta d'investire prevalentemente nelle tematizzazioni, ha fatto in modo di rendere Gardaland una struttura molto distante (dal punto di vista qualitativo) da quella originaria. Il ristorante Self Service Aladino (1986) è la prima vera imponente tematizzazione di qualità del parco e La Valle dei Re, aperta al pubblico a fine stagione 1987, è stata la prima grande attrazione tematizzata del parco.

Con queste realizzazioni il parco inizia ad evolvere nella forma attuale ovvero in una struttura dal forte impatto visivo e che può competere anche a livello europeo. Nel 1992 farà poi molto parlare l'apertura dell'attrazione I Corsari: data l'imponenza dell'attrazione e l'elevato standard qualitativo, Gardaland presenterà al pubblico un'attrazione in grado di competere con quelle normalmente presenti nei parchi Disneyland dove già nel 1975 venivano realizzate attrazioni come Space Mountain.

Per questo motivo, e tenuto presente il livello medio delle attrazioni degli altri parchi divertimento europei, per molti anni e fino al 1998, su molti opuscoli pubblicitari del parco si citava che l'attrazione I Corsari, da sola, valeva l'ingresso al parco.

Nel 1993 il parco viene suddiviso in "quartieri" nella guida informativa. Non essendoci una reale differenza tematica, i quartieri vengono creati seguendo una logica di equità spaziale; quattro zone, di simili dimensioni, semplicemente intitolate con i colori; quartiere giallo, quartiere verde, quartiere azzurro, quartiere arancione.

Nel 1994 il parco raggiunge i 450.000 metri quadrati di superficie. Operano più di 500 dipendenti nella bassa stagione e 1000 in alta stagione (dal 1º luglio all'11 settembre). Il parco raggiunge la quota di 12 milioni di visitatori, nel quinquennio compreso tra il 1989 ed il 1994. il biglietto di ingresso, senza riduzioni, in quel periodo oscilla tra le 25.000 lire della bassa stagione alle 27.000 lire dell'alta stagione.

Calendario e Tariffe

Nel corso dell'anno le aperture del parco sono divise in diverse stagioni ben distinte tra loro:

  • Night is Magic: il parco rimane aperto dalle ore 10.00 alle 23.00 in un periodo che va da metà Giugno alla prima settimana di Settembre. Tutte le attrazioni (salvo imprevisti) sono fruibili al pubblico.
  • Magic Halloween: il parco apre solo nei weekend di Ottobre e i primi giorni di Novembre dalle ore 10.00 alle 18.00. Tutto il parco è decorato con zucche, ragni ed esseri mostruosi, con spettacoli ed animazione a tema Halloween. Tutte le attrazioni (salvo imprevisti) sono fruibili al pubblico.
  • Magic Winter: il parco è aperto i weekend e l'ultima settimana di dicembre (Natale escluso), fino al 6 gennaio (Capodanno escluso). Il parco è completamente addobbato in stile natalizio e vengono tenute inoperative tutte le attrazioni acquatiche e quelle presenti nell' Area LunaPark, mentre le rimanenti (salvo imprevisti) sono fruibili normalmente.
  • Prezzemolo in Maschera: introdotto dal 4 marzo 2012 è un evento dedicato al Carnevale e ai visitatori più piccoli. Il parco è aperto in soft opening le domeniche di Marzo dalle ore 11.00 alle 17.00. Sono aperte al pubblico solo le seguenti aree: Fantasy Kingdom, Area Medievale, Rio Bravo. Compreso nel prezzo del biglietto c'è l'ingresso a Sea Life e il Dolphin Show presso il Palablù.

Esiste un'ulteriore apertura stagionale che, benché non abbia un nome specifico, è la più duratura: comprende infatti un periodo che, interrotto solo da Night is Magic, va da Aprile fino a fine Settembre tenendo tutte le attrazioni disponibili dalle ore 10.00 alle 18.00.

Il prezzo di un biglietto giornaliero diurno (valido durante la stagione primaverile/estiva e Magic Halloween; non valido, invece, per la stagione invernale detta Magic Winter quale dispone di una altro tariffario ridotto) acquistato alle biglietterie del parco è di 37.50 € intero, ridotto 31.00 €, mentre, durante la stagione Gardaland Night is Magic, il biglietto serale valido dalle 18 alle 23 è di 16 €.

Gardaland inoltre offre un pacchetto che comprende Gardaland Park + Gardaland Sea Life da utilizzare nello stesso giorno o in 2 giorni consecutivi al prezzo di 42.50 € intero, ridotto 35.00 €.

Con il biglietto è possibile accedere a tutte le attrazioni e tutti gli spettacoli presenti nel parco ad eccezione dello spettacolo dei delfini nel Palablu dove è necessario un biglietto a parte al costo di 5 €. Il parco non rimborsa i biglietti in caso di pioggia e/o di black-out elettrico.

I nostri Tour Operator